Descrizione Progetto

La potenza dei vulcani, con l’eruzione del 1820

PUNTI FORTI DEL VIAGGIO

Il parco Nazionale di Timanfaya

I sentieri costieri e gli itinerari che costeggiano i crateri dei vulcani

Le opere dell’artista conejero Cesar Manrique

Le saline, con le loro raffinate geometrie e il bianco del sale a contrastare

ISCRIVITI

Tipo di viaggio
Isole e litorali
Prossima partenza
Difficoltà
Facile
Durata
8 giorni / 7 notti

Lanzarote è un luogo meraviglioso per camminare, un vero museo di geologia all’aria aperta, dove l’uomo ha trovato i modi per adattarsi a un clima ottimo per il turista ma più difficile per la vita di tutti i giorni.

I vulcani, giovani e vecchi, sono pagine di un libro della storia della terra. Le opere dell’uomo, per coltivare la vite ma non solo, sono frutto dell’ingegno e della perseveranza.

La potenza dell’oceano, il lavoro del vento, hanno scolpito il resto: spiagge dorate o nere, scogliere, salti di roccia a strapiombo sul mare.

La motivazione

Il Parco Nazionale del Timinfaya racconta, quasi due secoli dopo, la storia di un’eruzione che ha cambiato il volto dell’isola di Lanzarote. Colate di lava recente che si sovrappongono a coni millenari, in panorami fantastici.
Difficoltà

2/5. Gli itinerari non sono in generale impegnativi, ma spesso sono abbastanza lunghi. Trattandosi di trekking residenziale è possibile prendersi un giorno di riposo.

Vedi legenda

Durata

8 giorni e 7 notti


Periodo consigliato

Tutto l’anno, tranne luglio e agosto

Giorno 1: Italia – Lanzarote

Volo dall’Italia per Lanzarote. Arrivo e sistemazione in hotel


Giorno 2: Playa del Papagayo – Salinas de Janubio

Prima facile escursione costiera da Playa Blanca, nel sud dell’Isola, nel Monumento nacional dels Ajaches, fino alla bella spiaggia del Papagayo. Possibilità di bagni.


Giorno 3: Salina del Rio – Teguise.

Lungo l’antico cammino dei Gracioseros (gli abitanti de La Graciosa) si scende fino alla Salina del Rio, attraversando colate laviche. Possibilità di bagni a Playa del Risco


Giorno 4: Uga e vigneti di La Geria

Un’escursione di una ventina di chilometri a partire da Uga, attraverso il villaggio di La Asomada e La Montana de Guardilama, dalla cui cima si gode di un panorama spettacolare sulle coltivazioni frutto del costante lavoro dell’uomo e sui coni vulcanici del vicino Timanfaya


Giorno 5: Parque del Timanfaya – Caldera Blanca

Visita al Parque lungo l’itinerario tracciato dall’architetto Manrique, per permettere una completa esplorazione dell’ambito vulcanico del Timanfaya, tuttora attivo. Terminata la visita, si procede per Mancha Blanca da dove inizia l’escursione che – attraverso campi di lava recente- porta a salire la Caldera Blanca, antico vulcano contraddistinto dal colore bianco della superficie ricca di calcio.


Giorno 6: intorno al Pico Redondo

Da Femes nel Monumento nacional de ls Ajaches salita al Pico de la Aceituna da cui si gode di un bel panorama su Playa Blanca e sulla fertile valle di Femes. Il sentiero prosegue poi intorno al Pico Redondo e Refugio del Aljibe, attraverso uno scenario di antichi vulcani che si formarono oltre 10 milioni di anni fa. Rientro a Femes o possibilità di scendere a Playa Quemada


Giorno 7: La Graciosa

Intera giornata dedicata a scoprire le bellezze dell’isola a nord di Lanzarote: la Graciosa. Un itinerario di circa 20 chilometri porta a scoprire una tra le spiagge più belle dell’isola: Playa de las Conchas, da qui si attraversa l’isola, con la salita alla Montana Bermeja, per raggiungere le formazioni basaltiche Baja de las Majapalomas, e il villaggio di Pedro Barba.


Giorno 8: Rientro in Italia

in funzione dell’orario del volo di rientro possibilità di breve passeggiata a El Golfo e alla caratteristica Playa del Charco


NB: le escursioni e l’ordine delle stesse potrebbero subire variazioni in considerazione delle condizioni meteo e della percorribilità dei sentieri.


Quota di partecipazione

La quota individuale: in camera doppia  € a persona con un minimo di  partecipanti. La quota varia in funzione della sistemazione prescelta e della dimensione del gruppo.

Supplemento singola da quotare su richiesta.


La quota comprende

Tutti i trasferimenti interni in pulmann privati o mezzi a noleggio, forniti di aria condizionata – Pernottamenti e pasti come indicato in programma (mezza pensione, bevande escluse) – Sistemazione come indicata in programma – Ingresso al Parco Nazionale del Timanfaya – Accompagnatore Anthora dall’Italia – Visite ed escursioni come da programma – Assicurazione sanitaria e bagaglio (Vedi condizioni di polizza)


La quota non comprende

Biglietto aereo – Battello per l’isola de La Graciosa – Altri ingressi – Assicurazione facoltativa contro le penalità di annullamento (Vedi condizioni di polizza) – Bevande, mance, spese di carattere personale e quanto altro non espressamente indicato


Validità/revisione prezzi

La presente quotazione è valida per la partenza di


Condizioni generali di vendita

Per le condizioni generali di vendita si fa riferimento a quanto indicato nel catalogo e riportato nel sito web.

Le prossime partenze:



Possibilità di organizzare partenze su richiesta. Contattaci per maggiori informazioni

Sistemazione

Alberghi a 3/4* o miniappartamenti, in funzione della dimensione del gruppo


Mezzi di trasporto

Bus o altro mezzo a noleggio con aria condizionata in funzione del numero di partecipanti.


Equipaggiamento consigliato

Normale equipaggiamento da escursionismo. L’isola in alcuni periodi può essere più ventosa, ma le temperature sono sempre buone.

Prima della partenza ai partecipanti verrà fornita una lista dettagliata dell’equipaggiamento.


Documenti

E’ sufficiente la carta di identità valida per l’espatrio (non rinnovata).


Profilassi e vaccinazioni

Al momento della redazione della presente scheda tecnica non era richiesta nessuna profilassi. Si consiglia di consultareil sito www.viaggiaresicuri.it della Farnesina e/o il centro della Medicina dei Viaggi dell’ASL di appartenenza per le info più aggiornate.
Le vaccinazioni antitetanica e antitifica e contro epatite A e B sono sempre consigliate.