Descrizione Progetto

Trekking alla fine del mondo (o al principio…)

PUNTI FORTI DEL VIAGGIO

Un paesaggio insolito ed estremo

Vulcani di ogni tipo, molti attivi

La taiga con la sua fauna selvaggia, tra cui l’orso bruno

Il golfo di Petropavlosky porto sicuro anche per i puffin

ISCRIVITI

Tipo di viaggio
I grandi viaggi, La potenza della natura
Prossima partenza
24/07/2021
Difficoltà
Media
Durata
15 giorni e 14 notti (2 in volo, in funzione degli operativi)

Una regione che si è aperta al turismo solo nel 1992, dove i flussi turistici sono ancora limitati e riservati ai veri viaggiatori.

Contraddistinta da un clima rigidissimo in inverno, con precipitazioni nevose che raggiungono gli otto metri, i fiumi ghiacciati sette mesi l’anno, e la terra che fuma ne fanno una tra le zone inospitali in cui l’uomo è riuscito a sopravvivere.

I vulcani sono il biglietto da visita della Kamchatka. Se ne contano infatti 29 attivi e 160 estinti, la maggior parte dei quali si trova verso l’oceano lungo la costa orientale. Satelliti naturali dei vulcani sono pozze di fango bollente, fumarole, geyser e sorgenti termali caratterizzate di volta in volta da contenuti minerali – e pertanto ricche di proprietà terapeutiche – diverse (dal boro allo zolfo, ma anche il radon).

Un viaggio per geologi e vulcanologi e per tutti gli appassionati delle grandi manifestazioni della forza della Terra!

La motivazione

La penisola di Kamchatka è un paese di vulcani, di calde sorgenti termali, di geyser. La natura della penisola, le cime delle montagne coperte di neve, le acque cristalline dei fiumi, i colori smeraldo della taiga abitata dai numerosi animali, compreso l’orso bruno, fanno di questa Terra un luogo unico.


Difficoltà

3/5. Per trekker esperti ed allenati e buono spirito di adattamento, per le sistemazioni e per l’incertezza delle condizioni meteo.

Vedi legenda

Durata

15 giorni e 14 notti (2 in volo, in funzione degli operativi)


Periodo consigliato

Luglio e agosto sono i mesi in cui le condizioni per i trekking sono migliori. Il tempo è generalmente instabile, ma non sono rare settimane di sole, che permettono di apprezzare al meglio i panorami e l’ambiente estremamente suggestivi.

Giorno 1: Italia – Mosca

Partenza in tarda serata con volo Milano Malpensa / Mosca. Pernottamento.


Giorno 2/3: Mosca – Petropavlosk-Kamchatsky

Volo Mosca / Petropavlovsk dove si arriva la mattina dopo. Trasferimento in bus a Paratunka la zona termale vicino alla capitale. Relax.

Pensione completa in resort a Paratunka.


Giorno 4: Paratunka – Lazo

Trasferimento verso il nord della Kamchatka. Giornata faticosa, si percorrono circa 550 km, di cui un centinaio su strade asfaltate. Pernottamento in tenda a Lazo.

Cena e pernottamento in tenda


Giorno 5: Vulcano Tolbachik

Si continua verso nord, su pista che attraversa la taiga, fino ai piedi del vulcano Tolbachik, dove si montano le tende. Esiste un campo fisso utilizzabile per consumare i pasti.

Cena e pernottamento in tenda / al campo


Giorno 6: Vulcano Tolbachik

Salita al Plosky Tolbachik (3085m), faticosa ma non impegnativa da un punto di vista tecnico, con un dislivello di circa 1950 m e un trek di circa 25 km, un’esperienza indimenticabile! Se la giornata è buona si possono ammirare sia l’Ostri Tolbachik, la cui sommità non è esplosa, sia il lago effimero che spesso si forma sul fondo del cratere.

Cena e pernottamento in tenda / al campo


Giorno 7: Pendici del vulcano Tolbachik

Escursione attraverso i crateri secondari del vulcano, formatisi nell’eruzione del 1975 e ancora fumanti e la �foresta morta� e la pianura di ceneri vulcaniche dove venne collaudato il moonwalker sovietico.

Cena e pernottamento in tenda


Giorno 8: Sorgenti termali di Malky

Si ritorna verso sud, facendo sosta alle sorgenti termali di Malky, per un bagno caldo e un po’ di relax.

Cena e pernottamento in tenda


Giorno 9: Trek ai vulcani Mutnovsky e Gorely

Ancora verso sud. Campo alla base del vulcano Mutnovsky, con le sue tre bocche dove potente è l’attività geotermica e la più recente tuttora in attività. Salita sul vulcano Gorely, con il lago acido al fondo del cratere di color blu, risultato dell’ultima eruzione del 1984-86.

Cena e pernottamento in tenda


Giorno 10: Vulcano Mutnovsky

Esplorazione dei crateri del vulcano Mutnovsky, tra fumarole di zolfo, acque ribollenti e ghiacciai fumanti, fino al terzo cratere, ancora attivo e bordeggiando il secondo, invaso ormai da un lago acido ghiacciato. Dislivello 1000 metri, per uno sviluppo di circa 22 Km. Ritorno al campo. Pensione completa

Cena e pernottamento in tenda


Giorno 11: Vulcano Gorely

Trekking leggero (dislivello 800 m, circa 6 km), per ammirare il suggestivo lago acido dal colore blu situato nel cratere inattivo – l’ultima eruzione risale al 1984-86. In serata trasferimento del campo nei pressi delle sorgenti termali di Rodnikov, in meravigliosi prati fioriti. Pernottamento in tenda. Pensione completa.

Cena e pernottamento in tenda


Giorno 12: Sorgenti di Rodnikov

Giorno di relax, con bagno nelle acque termali di Rodnikov e visita alla cascata. Trasferimento al campo base (900m) del vulcano Avacha, pernottamento negli edifici del campo vulcanologico.Pensione completa.

Cena e pernottamento in tenda


Giorno 13: Vulcano Avacha

Salita al vulcano Avacha (2751m). Dislivello 1850 m per circa 9 Km. Il vulcano Avacha sovrasta la baia di Petropavlovsk Kamchatkij, che dista solo 30 km, è attivo e costantemente monitorato. Si tratta di un vulcano del tipo somma-vulcano. L’ultima eruzione risale al 1991. Pensione completa

Cena e pernottamento in tenda


Giorno 14: Baja di Avacha

Escursione in barca nella Avacha Bay. Foche e puffin. Pernottamento a Paratunka – Helios Resort, con vasca termale. Pensione completa.

Cena e pernottamento in hotel a Paratunka


Giorno 15: Petropavlovsk Kamchatskij – Mosca

Trasferimento all’aeroporto, volo per l’Italia, via Mosca..

Cena e pernottamento a bordo


NB: le escursioni e l’ordine delle stesse potrebbero subire variazioni in considerazione delle condizioni meteo e della percorribilità dei sentieri.


Quota di partecipazione

La quota individuale: su richiesta.


La quota comprende

Le escursioni e visite come indicate in programma – La sistemazione in B&B in hotel a Mosca e in pensione completa in Kamchatka, bevande escluse  –  Tutti i trasporti nel Paese – Guida parlante inglese – Un accompagnatore Anthora dall’Italia esperto del territorio – L’assicurazione sanitaria-bagaglio


La quota non comprende

Il volo – I pasti fuori dalla Kamchatka – Il biglietti di ingresso a siti e musei – Il visto di ingresso – L’assicurazione annullamento – Bevande, mance, spese di carattere personale e quanto altro non espressamente indicato in La quota comprende


Validità/revisione prezzi

La presente quotazione è valida per la partenza di

Aggiornamenti prezzi potranno essere applicati per variazioni del tasso di cambio €/$ (calcolato a 1,14) superiori al 3% entro 21 giorni prima della partenza.


Condizioni generali di vendita

Per le condizioni generali di vendita si fa riferimento a quanto indicato nel catalogo e riportato nel sito web.

Le prossime partenze:


24/07/2021 – Partenza su richiesta


Possibilità di organizzare partenze su richiesta. Contattaci per maggiori informazioni

Sistemazione

Hotel a 3* a Mosca, Guesthouse a Paratunka, tenda a due posti fornita dall’organizzazione in Italia.


Mezzi di trasporto

Mezzi fuoristrada – bus a 6 ruote motrici in Katchatka durante gli spostamenti fuori dalla città.


Equipaggiamento consigliato

Necessaria attrezzatura da campeggio in clima freddo (sacco a pelo, materassino, asciugamano), consigliato il sacco lenzuolo.

Da trekking in alta montagna, con abbigliamento caldo per la notte e leggero per il giorno. Protezione contro il sole (berretto, occhiali, crema) e per il vento/pioggia (giacca a vento, mantella).

Stick repellenti per le zanzare, che sono numerose e molto fastidiose.

Prima della partenza ai partecipanti verrà fornita una lista dettagliata dell’equipaggiamento.


Documenti

E’ necessario il passaporto con validità 6 mesi dalla data del rientro e almeno due pagine libere.

E’ necessario il visto di ingresso, per maggiori info consultare il sito.


Profilassi e vaccinazioni

Al momento della redazione della presente scheda tecnica non era richiesta nessuna profilassi. Si consiglia di consultareil sito www.viaggiaresicuri.it della Farnesina e/o il centro della Medicina dei Viaggi dell’ASL di appartenenza per le info più aggiornate.
Le vaccinazioni antitetanica e antitifica e contro epatite A e B sono sempre consigliate.