Descrizione Progetto

A piedi nel piccolo Tibet indiano

Il monastero di Ki
Punti forti del trekking

I grandi spazi dell’ambiente himalayano

I monasteri millenari, pullulanti di vita

I pastori erranti del lago Chandratal

Il viaggio sulle strade di montagna

ISCRIVITI

Tipo di viaggio
I grandi viaggi, Popoli e culture della terra, La potenza della natura
Prossima partenza
Difficoltà
Media
Durata
16 giorni/14 notti

Un trekking nella valle dello Spiti riunisce molti ingredienti che ci sono cari: l’ambiente himalayano, l’incontro con la cultura buddista, il contatto con la gente.

Celata ai turisti fino al 1993 e ancora poco conosciuta, la valle dello Spiti, che in tibetano significa Terra di mezzo, si trova tra il Pir Panjal e l’Himalaya, nel nord dell’India. Attraverso questa valle, il buddismo è arrivato dal Pakistan al Tibet; qui si sono rifugiati i tibetani, perseguitati dalla Cina.

Per arrivarci si supera il Khunzum La (4551m), chiuso per la neve da ottobre a maggio, dove chorten e bandiere di preghiera annunciano l’ingresso nel regno della fede buddista e dei villaggi tibetani. Questo trekking ci porta a conoscere, con la lentezza che amiamo proporre nei nostri viaggi, i luoghi piu interessanti di questa ultima ‘Shangri-La’.

Incantevoli paesaggi fanno da cornice e sfondo a monasteri aggrappati sui cocuzzoli che dominano la valle, dai quali riecheggiano le ritmate melodie dei mantra, in un ambiente che riconcilia con lo spirito del creato, arricchendo il trekking in ogni momento.

La motivazione

La serenità dei templi buddisti: partecipare in punta di piedi e in silenzio ad una funzione nel tempio, dividere il the caldo servito dai giovani monaci; il sorriso semplice sul volto sereno di ogni monaco che si incontra; i tesori, la storia e l’architettura racchiusa nei monasteri arroccati.
L’ambiente himalayano: la magnificenza del Lago Chandratal, circondato da ghiacciai e cime di 7000m; le aride pendici dei monti e le oasi verdeggianti e ricche nelle anse dei fiumi, dove si coltivano riso, segale e piselli; Il cielo blu, che sottolinea i contorni di montagne impensate.
Colori e profumi dell’India: un piccolo assaggio dei contrasti dell’India, dal centro occidentale di Nuova Delhi alle periferie affollate; la sorprendente Manali, circondata da montagne che ricordano la Svizzera; l’islam della moschea di Dehli e il buddismo della valle dello Spiti.


Difficoltà

2/5. Facile, per trekker abbastanza allenati

Vedi legenda

Durata

16 giorni e 14 notti


Periodo consigliato

I passi himalayani restano bloccati per la neve da ottobre a maggio. La valle dello Spiti è protetta dal monsone, per cui i mesi estivi sono ideali, con temperature gradevoli e cielo blu intenso.

Giorno 1: Italia – Nuova Delhi

Volo dall’Italia a Nuova Delhi. Cena a bordo.


Giorno 2: Nuova Delhi

Arrivo a Nuova Delhi, trasferimento in hotel per un breve riposo. Mezza giornata dedicata alla visita della Vecchia Delhi, con il forte e la moschea rossa. Pernottamento e prima colazione


Giorno 3: Delhi – Manali

Giornata dedicata al trasferimento dalla capitale indiana, che si lascia alle prime luci dell’alba, alla piccola Svizzera della regione di Manali, alle pendici dell’Himalaya indiano. C.ca 600 km. Pernottamento e prima colazione


Giorno 4: Manali

Giornata di relax e di preparazione per il viaggio, visita alla cittadina con i suoi colori e profumi. Pernottamento e prima colazione


Giorno 5: Manali, Rohtang pass, Dadarpull

Giornata di trasferimento e acclimatazione, attraverso il passo himalayano di Rohtang La (3980), per arrivare a Dadarpull (3300m), circa 75km. Pensione completa.


Giorno 6:Dadarpull, Schichilling (3195m)

Attraversi il Kunzam La (4551), si entra nella valle dello Spiti, sosta per esplorare la vivace cittadina di Kaza, capitale della regione, arrivo a Schichilling e preparazione del campo, circa 155km. Pensione completa


Giorno 7: Monasteri di Dhankar e Lahlung, trek

Trasferimento in jeep a Dhankar (9km), visita al monastero, al villagio alle rovine del forte, quindi trekking fino al monastero e al tipico villaggio di Lahlung (5/6h AR). Ritorno a Dhankar e in jeep trasferimento al campo a Schichilling. Pensione completa.


Giorno 8: Monastero di Tabo

Trasferimento in jeep. Giornata dedicata alla visita del monastero di Tabo (3050m), il più antico (996 AC) della valle dello Spiti. Il suo complesso monastico è tra i più grandi nella regione, con 9 templi e 23 chorten, ed è considerato il più importante complesso monastico al di fuori del Tibet. Pensione completa.


Giorno 9: Trekking nella Pin Valley e Mud

In Jeep fino a Ghurghuru e da qui trekking fino a Mud (cca 5/6h). Da Mud rientro a Schichilling in jeep con sosta per la visita al monastero di Kungri. Pensione completa


Giorno 10: trekking Langua/Hikim/Comic

Secondo giorno di trekking. Si lascia il campo di Schichilling per raggiungere Langua (40km) in jeep. Trekking a Comic via Hikim e visita al monastero di Tngyud (cca 5/6h). Da qui trasferimento in jeep a Kibber, il più alto villaggio dello Spiti (4200m), dove si pernotta. Pensione completa


Giorno 11: Kibber-monastero di Ki

Trekking (2/3h) al monastero di Ki (4160m), il più grande monastero dello Spiti e visita. Trasferimento in jeep a Losar (cca 70km), dove si pernotta. Pensione completa


Giorno 12: Chandratal lake

Da Losar attraverso il Kunzam pass in jeep (28km). Trekking al Chandratal lake (4200m), in circa 5/6h. Pensione completa


Giorno 13: trekking intorno Chandratal lake

Esplorazione dei dintorni del lago, considerato uno dei più belli della regione, circondato da picchi innevati e dai ghiacciai del Moulkila. Pensione completa


Giorno 14: Batal-Manali

Dal lago trek di 3/4 ore fino a Batal, poi in jeep fino a Manali (105km). Mezza pensione, cena libera.


Giorno 15: Manali-Delhi

Partenza la mattina presto, viaggio fino a Delhi, un po’ di relax in hotel, in tarda trasferimento all’aeroporto. Pernottamento e prima colazione.


Giorno 16: rientro in Italia

Nelle prime ore del mattino, trasferimento all’aeroporto e volo intercontinentale per l’Italia.


NB: le escursioni e l’ordine delle stesse potrebbero subire variazioni in considerazione delle condizioni meteo e della percorribilità dei sentieri.


Quota di partecipazione

La quota individuale: in camera doppia  € a persona con un minimo di  partecipanti.

Supplemento singola da quotare su richiesta.


La quota comprende

Le escursioni e visite come indicate in programma -Tutti i trasferimenti interni – Pernottamenti e pasti come da programma. Durante i trekking “morning tea”, colazione, pranzo al sacco, snack e the pomeridiano, cena – Sistemazione come indicata in programma – Guida turistica locale parlante inglese e guida per il trekking, cuoco esperto e assistente di campo- Un accompagnatore Anthora dall’Italia esperto del territorio  – Visite ed escursioni come da programma – Ingressi monumenti e siti inclusi nel programma – Assicurazione sanitaria e bagaglio (Vedi condizioni di polizza)


La quota non comprende

Volo aereo – Assicurazione facoltativa contro le penalità di annullamento (Vedi condizioni di polizza) – Tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco – Bevande, mance, spese di carattere personale e quanto altro non espressamente indicato

Mance da regolarsi in loco: circa 40 €
Tasse aeroportuali pagabili all’uscita: circa 20 €

La presente quotazione è valida per la partenza di Aggiornamenti prezzi potranno essere applicati per variazioni del tasso di cambio €/$ (calcolato a 1,14) superiori al 3%.


Condizioni generali di vendita

Per le condizioni generali di vendita si fa riferimento a quanto indicato nel catalogo e riportato nel sito web.

Le prossime partenze:



Possibilità di organizzare partenze su richiesta. Contattaci per maggiori informazioni

Sistemazione

Alberghi a 3 stelle a Nuova Delhi e Manali, tenda per 2 persone (igloo a 4 posti) nello Spiti, inclusi tutti gli equipaggiamenti necessari (materasso, stoviglie), tranne il sacco a pelo.


Mezzi di trasporto

Bus o altro mezzo con aria condizionata in funzione del numero di partecipanti da Delhi a Manali e viceversa. Mezzi fuoristrada da Manali – Spiti.


Equipaggiamento consigliato

Necessaria la biancheria da letto (sacco a pelo, asciugamani). Sacco a pelo obbligatorio. Sacco lenzuolo consigliato.

Da trekking in alta montagna, con abbigliamento caldo per la notte e leggero per il giorno. Protezione contro il sole (berretto, occhiali, crema) e per il vento/pioggia (giacca a vento, mantella).

Protezione contro il sole (berretto, occhiali, crema) e per il vento/pioggia (giacca a vento, mantella).

Prima della partenza ai partecipanti verrà fornita una lista dettagliata dell’equipaggiamento.

Per le informazioni generali si faccia riferimento a quanto indicato nella miniguida inclusa nei Consigli Utili .


Documenti

Visto individuale: passaporto con validità 6 mesi dalla data del rientro e almeno due pagine libere, 2 foto tessera e moduli compilati, ritirabili in loco o scaricabili da www.indianembassy.it.

Spese ottenimento visto d’ingresso: € presso il consolato indiano di Milano o l’ambasciata a Roma
Diritti di iscrizione: 50 €


Profilassi e vaccinazioni

Al momento della redazione della presente scheda tecnica non era richiesta nessuna profilassi. Si consiglia di consultareil sito www.viaggiaresicuri.it della Farnesina e/o il centro della Medicina dei Viaggi dell’ASL di appartenenza per le info più aggiornate.
Le vaccinazioni antitetanica e antitifica e contro epatite A e B sono sempre consigliate.Si consiglia di portarsi una piccola farmacia per uso personale.