Descrizione Progetto

Sulle tracce di Patrick Fermor tra Mystras e Navarino

PUNTI FORTI DEL VIAGGIO

Mystras, la città fortificata dei Villardouin

Le case turrite del Mani

Le grotte marine di Diros

Pilos e la baia di Navarino

ISCRIVITI

Tipo di viaggio
Isole e litorali, Trekking soft
Prossima partenza
21/04/2020
Difficoltà
Facile
Durata
settimana

La penisola di Mani è la seconda delle tre penisole del Peloponneso meridionale e si divide amministrativamente tra la regione della Laconia (Sparta) e quella della Messinia (Kalamata).

Il Mani è una regione montagnosa dominata dalla catena dei monti Taygetos. Lunga 115 km e larga fino a 35, nelle sue punte massime supera i 2400 metri di altitudine e “spacca” la regione in due sezioni distinte: quella “solare” a est (prosiliaki Mani) e quella “ombrosa” (aposkierì) a ovest a metà tra la provincia della Laconia e quella della Messinia.

La catena del Taygetos è anche conosciuta come Pentadaktylos, perché – secondo la leggenda – Dio mandò un’aquila a prendere il profeta Elia, che si trovava sulla punta più alta (Profitis Ilias) che con gli artigli sbriciolò la cresta dandole la forma che oggi conosciamo. I Taygetos sono menzionati per la prima volta da Omero, nell’Odissea.

“L’impero della pietra” – come è solitamente chiamato il Mani – è una regione asciutta nella sua parte occidentale e meridionale che cambia lungo il suo versante orientale popolandosi di una folta e ricca vegetazione di macchia mediterranea, ulivi, pinete, eucalipti e cipressi.

La motivazione

Tra le tante zone della Grecia il Mani è forse tra le meno conosciute. Il “dito medio” del Peloponneso ha molto da offrire sotto molteplici punti di vista: natura, storia antica e recente, diversità di ambienti e, non ultimo, il mare.

Le camminate sono facili escursioni, che permettono di addentrarsi nel territorio, rivivendo le emozioni e le storie ben raccontate da Fermor nel suo libro Mani, di cui consigliamo vivamente la lettura.


Difficoltà

2/5. Facile. Escursioni e scoperta turistica adatta a tutti

Vedi legenda

Durata

8 giorni e 7 notti


Periodo consigliato

Primavera e autunno. Da metà giugno a metà settembre le giornate sono troppo calde per camminare. La primavera offre splendide fioriture di orchidee selvatiche.

Giorno 1: Italia – Mystras

Volo diretto da Milano per Atene, transfer fino Mystras, check in in hotel cena e pernottamento.


Giorno 2: Mystras

Si sale da Neo Mystras lungo un sentiero che era antica via di comunicazione tra Mystras e il villaggio di Taygeti, per raggiungere l’ingresso superiore della famosa città fortificata di Mystras. Si tratta un grande museo all’aperto dominato dal castello, ai piedi dei la quale sono disseminate case e palazzi medioevali, le chiese bizantine affrescate e il palazzo dei principi franchi Villehardouin. Qui fiorirono per secoli l’arte e l’architettura bizantina che raggiunsero il massimo splendore. Costruita su tre livelli, ciascuno protetto da mura spesse, bastioni e rocche di avvistamento, è dominata dalla fortezza del Villehardouin (621m), costruita nel 1249. Dal castello si gode di una splendida vista sulla città e sulla pianura di Sparta. Durante la discesa visita ai vari monasteri, tra cui il Moni Pandanassa (monastero dedicato alla Vergine dell’universo), unico ancora abitato, dove risiedono alcune suore dedite al ricamo.

Al termine, trasferimento a Gytheio, l’antico porto di Sparta, bel borgo sul mare, installazione in hotel, cena e pernottamento.


Giorno 3: Vathia e Gerolimenas

VAthia è sicuramente una tra le località più belle e interessanti del Mani, abitata nel passato da quattro clan manioti, che si contendevano il dominio dall’alto delle loro case-torri. La strada per raggiungere Vathia è ricca di scorci, che compensano lo spostamento per arrivare in cima alla penisola di Mani. Si ritorna poi a Gerolimenas, piccolo porticciolo con case in pietra costruite e ricostruite secondo lo stile locale. Qui con una breve camminata, durante la quale si potranno apprezzare il monastero nero e Agios Strateghos, una delle chiese più particolari non solo del Mani, ma forse di tutta la grecia.

Cena e pernottamento in hotel a Gerolimenas.


Giorno 4: Grotte di Dyros e Areopoli

Visita turistica in barca delle grotte di Diros, un’esperienza indimenticabile! la barca scivola sulle acque cristalline in un percorso unico tra stalattiti e stalagmiti in uno scenario di suggestioni irreali, passando da un antro all’altro in ambienti spettacolari ed emozionanti, tra colonne calcaree che ricordano quelle di una cattedrale, attraverso passaggi angusti che sfociano in sale dai colori cangianti, in una delle grotte sommerse più belle del pianeta. La giornata continua con la visita ad Aeropoli, pittoresco villaggio della Messinia,  il cui nome deriva dal dio greco della guerra Ares. A dominare la piazza principale, Plateia Athanaton, una statua di Petrobey Mavromihalis, che ha proclamato l’insurrezione Maniot contro l’Impero Ottomano nel 1821.

Al termine, trasferimento sulla spiaggia di Oitilio, dove si dormirà in hotel. Cena e pernottamento.


Giorno 5: Kardamili

Partenza dalla località famosa per il trekking di Kardamili – con percorso inizialmente pianeggiante si entra nelle gole di Viros – durante il percorso si visitano i monasteri ortodossi di Likaki e Sotiros, dopo una breve pausa si sale su percorso facile al villaggio di Exochori da dove si ha una ottima vista su tutta la costa e la catena del Taygetos, da qui inizia la discesa che tra ulivi e fichi d’india riporta a Kardamili.

Cena e pernottamento in hotel a Kardamili o a Micro Mantineia


Giorno 6. Escursione da Sotirianika ad Altomira via Mpiliovo

Escursione ad anello per gli antichi sentieri del Mani. Mpiliovo è il nome della spettacolare mulattiera che era l’unico collegamento tra i paesi di Sotirianika e Altomira, affacciati sulle gole di Kaskarakas: un sentiero di perfetta ingegneria civile, con 83 curve di cui 78 a 180°, che fanno guadagnare quota con il minimo della fatica, costruito tra il 1904 e il 1927 con il contributo di tutti i paesi circostanti e oggi riconosciuto come monumento nazionale. Possibile discesa a Sotirianika per altro itinerario.

Transfer a Pilos, installazione in hotel, cena e pernottamento.


Giorno 7. Pilos

Escursione sulle coste del mar Ionio, in ambiente molto diverso rispetto alla penisola del Mani. Transfer oltre il golfo di Messinia alla meravigliosa spiaggia di Voidokilia. Si sale verso le rovine del castello di Navarino (Paleokastro). Dalla sommità, vista panoramica sulla baia di Navarino. L’escursione termina alla spiaggia di Voidokilia, possibilità di bagno. Al termine, passeggiata per le vie di Pylos e possibilità di visita al Niokastro (in funzione degli orari di apertura al pubblico), la “fortezza nuova” costruita dai turchi e rimaneggiata dai francesi, che domina il paese e la baia.

La baia di Navarino, porto naturale per eccellenza, è stata teatro di una delle più famose battaglie durante la guerra di indipendenza greca, nel 1827, che vide contrapposte le forze occidentali alla flotta egiziana di Ibrahim Pascià. Per un “deplorevole malinteso” si diede inizio alla battaglia che distrusse l’intera flotta ottomana ed egiziana intrappolate nella baia.

In funzione dell’orario, transfer fino a Methoni per vedere la fortezza nel mare, rientro a Pilos per la notte


Giorno 8. Corinto – Atene – rientro in Italia

Si rientra verso l’aeroporto di Atene. Sosta a Corinto per ammirare il canale. Volo per l’Italia.

NB: le escursioni e l’ordine delle stesse potrebbero subire variazioni in considerazione delle condizioni meteo e della percorribilità dei sentieri.


Quota di partecipazione

La quota individuale: in camera doppia  870€ a persona con un minimo di 16 partecipanti.

Supplemento singola da quotare su richiesta.

Possibilità di organizzare il viaggio per gruppi precostituiti


La quota comprende

Tutti i trasferimenti in Grecia in minibus privati o vetture a noleggio – Pernottamenti e pasti come indicato in programma – Sistemazione come indicata in programma – Accompagnatore Anthora dall’Italia – Visite ed escursioni come da programma – Assicurazione sanitaria e bagaglio (Vedi condizioni di polizza)


La quota non comprende

Biglietto aereo – Assicurazione facoltativa contro le penalità di annullamento (Vedi condizioni di polizza) – Tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco – Ingressi a musei, monumenti e siti – Bevande, mance, spese di carattere personale e quanto altro non espressamente indicato in La quota comprende


Validità/revisione prezzi

La presente quotazione è valida la media stagione 2019 (maggio/ottobre).


Condizioni generali di vendita

Per le condizioni generali di vendita si fa riferimento a quanto indicato nel catalogo e riportato nel sito web.

Le prossime partenze:


21/04/2020 – con accompagnatore dall’Italia – Gruppo chiuso


28/04/2020 – con accompagnatore dall’Italia – Posti esauriti



Possibilità di organizzare partenze su richiesta. Contattaci per maggiori informazioni

Sistemazione

Hotel a 2-3*. Mezza pensione senza bevande


Mezzi di trasporto

Bus o altro mezzo a noleggio in funzione del numero di partecipanti


Equipaggiamento consigliato

Da escursionismo tranquillo, scarpe con buona suola, capi antivento, occhiali da sole, berretto, crema. Bastoncini consigliati.


Documenti

Sufficiente la carta di identità valida per l’espatrio (o passaporto), siamo all’interno dell’Unione Europea.


Profilassi e vaccinazioni

al momento della redazione della presente scheda tecnica non era richiesta nessuna profilassi. Si consiglia di consultare il sito del ministero degli affari esteri – Viaggiaresicuri e/o il centro della Medicina dei Viaggi dell’ASL di appartenenza per le info più aggiornate.

Le vaccinazioni antitetanica e antitifica sono sempre consigliate.