Descrizione Progetto

A piedi tra il mare e i Pirenei

Punti forti del trekking

Camminare nella macchia mediterranea

Il santuario di San Pere de Rodes che domina il mare

Il parco naturale di Cap de Creus

Cadaques e Figueres

ISCRIVITI

Tipo di viaggio
Isole e litorali
Prossima partenza
Difficoltà
Facile
Durata
8 giorni / 7 notti

Come una tela sulla quale la natura ha voluto abbinare accuratamente e armonicamente il verde intenso delle pinete, la rotondità degli scogli, la dolcezza della sabbia dorata e la lucentezza del blu intenso del mare: la Costa Brava è così.

Più conosciuta per il turismo balneare, presenta numerose escursioni di grande interesse, sia alla scoperta del ricco passato della regione, sia a contatto con una natura mediterranea selvaggia.

Camminare lungo il mare, sui famosi camì da ronda (in catalano!), muoversi nell’entroterra: numerose alternative che soddisfano anche l’escursionista più esigente.

La motivazione

Vicino a casa, ideale per l’inizio o la fine dell’estate, quando si può godere del mare e camminare lungo la costa o appena un po’ più su, la Costa Brava è il luogo ideale per un soggiorno facile e remunerativo, anche per l’escursionista esigente.


Difficoltà

2/5. Facile. Trekking residenziale, è possibile riposarsi al mare

Vedi legenda

Durata

8 giorni e 7 notti


Periodo consigliato

Tarda primavera e autunno.

Giorno 1: Italia – Roses

Arrivo a Roses e sistemazione in hotel – cena e pernottamento


Giorno 2: Cap Norfeu

Escursione con partenza da Roses sul facile sentiero costiero “Camì de Ronda”. Questo primo facile itinerario è ideale per conoscere i dintorni della cittadina di Roses e la penisola di Cap Norfeu. Durante il percorso ci si immerge completamente nella natura mediterranea, raggiunto il punto più elevato della penisola si può godere di un panorama sull’intero golfo di Roses. L’escursione inizia appena fuori Roses, durata 5 ore circa A/R – dislivello 280m


Giorno 3: Sant Pere de Rodes – San Salvador

Escursione all’interno della costa di LLancà, sulle alture dove si ergono il famoso monastero di San pere de Rodes e  ancora più in alto il castello di San Salvador, da dove lo sgaurdo spazia tra il blu del Mediterraneo e il verde della catena dei vicini  Pirenei
Gruppo A: la salita al monastero di San Pere e castello di San Salvador 5,30 A/R – dislivello 550m, Gruppo B: la salita solo fino al monastero di San Pere 3,30 A/R dislivello 350m.


Giorno 4: Cap Creus

Giornata turistica dedicata alla scoperta di Girona, con una escursione sulle sue mura che cingono la parte storica,  il passeggio pieno di vita della Rambla, le “cases penjades” sulle rive dell’Onyar, il ghetto ebraico, la cattedrale, i bagni arabi, la chiesa di sant Feliu.


Giorno 5: la città di Girona

Gita nell’interno della Costa Brava. Come un’isola montagnosa, la serra de Montclar si raggiunge dal Baix Empordà, attraversando un bosco mediterraneo. Il panorama è mozzafiato.


Giorno 6: Castello di Montgrì

La fortezza medievale  di Montgri  costruita intorno al 1300 è un vero belvedere su tutta la pianura dell’Empordà. La salita non è difficile, il sentiero si snoda tra affioramenti calcarei e bassa vegetazione mediterranea.
Gruppo A: l’escursione ha un dislivello di 380m, circa e una durata di circa 4 ore
Gruppo B: passeggiata lungo mare a Rose – visita del centro storico della Ciudadela


Giorno 7: Sentiero costiero del Cap de Begur

Per l’ultimo giorno sui sentieri della Costa Brava vi proponiamo una facile escursione costiera adatta a tutti a Cap Begur, estremo punto settentrionale della Sierra del litorale catalano, al termine del escursione visita della graziosa città fortificata di Pals.
Gruppo A/B durata escursione a Cap Begur 3 ore A/R.


Giorno 8: rientro in Italia

Dopo colazione si lascia l’hotel per il rientro in Italia.


NB: le escursioni e l’ordine delle stesse potrebbero subire variazioni in considerazione delle condizioni meteo e della percorribilità dei sentieri.


Quota di partecipazione

La quota individuale: in camera doppia  € a persona con un minimo di  partecipanti.

Supplemento singola da quotare su richiesta.


La quota comprende

Tutti i trasferimenti interni in pulmann privati o vetture, forniti di aria condizionata – Pernottamenti e pasti come indicato in programma – Sistemazione come indicata in programma – Visite ed escursioni come da programma


La quota non comprende

Il volo aereo – I pranzi – Il biglietti di ingresso a siti e musei – Il visto di ingresso – Bevande, mance, spese di carattere personale e quanto altro non espressamente indicato in La quota comprende


Validità/revisione prezzi

La presente quotazione è valida per la partenza di


Condizioni generali di vendita

Per le condizioni generali di vendita si fa riferimento a quanto indicato nel catalogo e riportato nel sito web.

Le prossime partenze:



Possibilità di organizzare partenze su richiesta. Contattaci per maggiori informazioni

Sistemazione

Alberghi a Roses in hotel 3*


Mezzi di trasporto

Bus o altro mezzo con aria condizionata in funzione del numero di partecipanti.


Equipaggiamento consigliato


Documenti

E’ sufficiente la carta di identità valida per l’espatrio (non rinnovata).


Profilassi e vaccinazioni

Al momento della redazione della presente scheda tecnica non era richiesta nessuna profilassi. Si consiglia di consultareil sito www.viaggiaresicuri.it della Farnesina e/o il centro della Medicina dei Viaggi dell’ASL di appartenenza per le info più aggiornate.
Le vaccinazioni antitetanica e antitifica e contro epatite A e B sono sempre consigliate.

Roses

A una delle estremità del Golfo di Roses, tra il Capo di Creus e il massiccio del Montgrí, si trova la località di Roses. Le tranquille acque di questo porto naturale erano già molto apprezzate ai tempi dei rodiensi, che stabilirono qui una colonia commerciale. I resti della città greca di Rhode, fondata nel 776 a. C., l’antico quartiere ellenico (III secolo a. C.), la villa romana e il monastero romanico-lombardo dell’XI secolo, fanno parte del tracciato della Ciudadela (Cittadella), dichiarata complesso storico-artistico.

Calette dalle acque trasparenti tra scogliere e grandi distese di sabbia si estendono lungo tutto il litorale.

Cap de Creus

Le rocce che emergono dall’acqua hanno forme spettacolari, modellate in milioni di anni dal vento e dal mare; a queste rocce la fantasia popolare ha attribuito nomi come leone, drago, cammello, gatto. Il faro di che si trova sulla punta del Cap de Creus è il luogo più suggestivo della penisola, dove Orson Welles girò Il faro della fine del mondo.

Cadaques

Un magico paesino sul mare, uno strano mix tra un villaggio di pescatori dalle casette bianche e un piccolo ritrovo per edonisti. Qui ha vissuto per lunghi anni Salvador Dalí e, come lui, lo scelsero per soggiornarvi molti altri artisti, tra i quali Picasso,  Garcia Lorca, Mirò, Paul Eluard.

Sorge in una posizione piuttosto isolata, ma incantevole, in una baia protetta che ancora oggi non è così turistica come molti altri paesi della Costa Brava.